Non ci può essere pace soltanto per alcuni e miseria, fame, guerre, per altri

(Sergio Mattarella)

Informandosi, tramite diversi siti web accreditati della situazione attuale degli sbarchi sulle coste Europee ci si rende conto di due cose: innanzitutto il fatto che non è necessario andare troppo lontano nel tempo per accorgersi dei grandi numeri di cui parliamo e di quanto sia reale, costante e ancora attuale questa emergenza immigrazione. Già i primi mesi di questo anno fanno registrare numeri elevati circa gli arrivi sulle coste greche ed italiane; in secondo luogo stupisce l’elevato quantitativo dei “numeri silenziosi”, di quelle persone che quotidianamente scappano dai propri paesi, quando l’attenzione dei mass media è bassa e non ci sono notizie che fanno audience, non ci sono morti!

Vogliamo allora provare a volgere uno sguardo su quanto successo nei primi mesi del 2016, riportando le sole operazioni concluse dalla Marina Militare italiana per una questione di certezza dei dati.

Nella lettura poniamo la massima attenzione al fatto che i numeri riportati quando si parla di vittime e dispersi sono il più delle volte numeri incerti; che di seguito non sono riportate tutte le operazioni avviate e concluse a livello europeo ma le sole operazioni della Marina italiana e, non meno importante ricordiamoci che dietro ogni numero c’è un nome, una vita, una storia e una famiglia…come quella di ognuno di noi!

GENNAIO 2016

13 gennaio

Nave Spica della Marina Militare soccorre un gommone in difficoltà con 116 migranti a bordo, di cui 42 minori.

Nave Aliseo della Marina Militare interviene su due gommoni recuperando oltre 200 migranti. Nel corso di un terzo intervento recupera 124 migranti. Il totale dell’operazione da modo di sbarcare sulle coste italiane 337 migranti di cui 8 donne e 2 minori.

15 gennaio

Giunge al porto di Augusta la nave Spica della Marina Militare con 453 migranti soccorsi in diversi interventi nei giorni precedenti.

22 gennaio

Sbarcano nel porto di Pozzallo 280 migranti soccorsi il giorno precedente dalla nave Spica della Marina Militare nel canale di Sicilia.

23 gennaio

Nave Bettica della Marina Militare soccorre 119 migranti poi trasbordati su CP904 della Guardia Costiera

26 gennaio

Nave Bettica della Marina Militare soccorre un gommone con numerosi migranti a bordo. Alla fine del soccorso imbarcherà 122 persone tra cui 39 donne e 6 minori. Nel corso della giornata soccorre un secondo gommone con 136 migranti a bordo.

Nel frattempo anche l’Aliseo, altra nave della Marina Militare soccorre 112 migranti tra cui 19 donne e 2 minori.

Tutti i migranti verranno sbarcati il giorno successivo presso il porto di Pozzallo.

27 gennaio

Nave Margottini della Marina Militare interviene nel soccorso di un gommone con 122 persone a bordo.

30 gennaio

La nave della Marina Militare italiana, Aliseo, sbarca nel porto di Taranto con a bordo 411 migranti.

Con loro hanno viaggiato anche 6 salme recuperate nel mar mediterraneo.

FEBBRAIO 2016

2 febbraio

Nave italiana Bettica della Marina Militare soccorre un gommone recuperando 123 migranti

3 febbraio

Nave Vega della Marina Militare recupera durante un soccorso 121 migranti, di cui 8 donne e 5 minori.

12 febbraio

Nave Borsini della Marina Militare soccorre un gommone con 89 migrati, di cui 9 donne e 30 minori. Verranno tutti sbarcati il giorno successivo presso il porto di Pozzallo

16 febbraio

La nave Fulgosi della Marina Militare recupera 363 migranti in tre interventi distinti che sbarcherà il giorno successivo a Pozzallo.

20 febbraio

La nave Cigala Fulgosi della Marina Militare soccorre un gommone con 122 migranti nel canale di Sicilia che verranno poi trasbordati sull’unità Fgs Frankfurt Am Main.

21 febbraio

Nave Cigala Fulgosi della Marina Militare soccorre 120 persone di cui 34 donne e 3 minori.

Nel frattempo la nave Bettica sempre della Marina Militare imbarca 129 migranti.

23 febbraio

Tra Tunisia e Sicilia muoiono 5 persone nel tentativo di raggiungere le coste italiane.

Nave Cigala Fulgosi della Marina Militare recupera i cadaveri e soccorre 550 migranti che sbarcherà ad Augusta il giorno successivo.

Nello stesso giorno la nave Bettica della Marina Militare interviene in assistenza a due imbarcazione e recupera 219 migranti e la nave Scirocco soccorre un ulteriore gommone in difficoltà con 105 persone a bordo.

28 febbraio

Nave Battica della Marina Militare sbarca presso il porto di Augusta 120 persone di cui 7 donne e 28 minori.

MARZO 2016

6 marzo

Nave Aviere della Marina Militare soccorre 87 migranti poi trasbordati sulla Nave Enterprice.

7 marzo

Nave Siem Pilot sbarca a Lampedusa gli 87 migranti soccorsi il giorno precedente dalla nave Aviere.

8 marzo

Nave Aviere soccorre un gommone con 115 migranti a bordo tra cui 17 donne e 28 minori.

15 marzo

Nella notte tra lunedì e martedì 8 gommoni lunghi una decina di metri con circa 1000 persone a bordo hanno preso il largo dalle coste della Libia e sono stati salvati dalla missione europea EuNavFor Med e quella italiana Mare Sicuro.

16 marzo

Nave Sirio della Marina Militare sbarca 282 migranti nel porto di Pozzallo.

218 migranti soccorsi nei giorni precedenti dalle navi Vega e Grecale sempre della Marina, sbarcano al porto di Augusta.

17 marzo

Sbarca al porto di Reggio Calabria la nave Aviere della Marina Militare con a bordo 591 migranti e 1 morto soccorsi il giorno precedente.

La nave Aliseo della Marina Militare soccorre 121 migranti che saranno trasbordati sulla Siem Pilot dell’operazione EuNavFor Med.

Nave Sfinge della Marina Militare recupera più di 247 migranti in tre differenti soccorsi anch’essi trasbordati sulla Siem Pilot.

18 marzo

Nave Sirio completa il soccorso di 118 migranti da una imbarcazione in difficoltà, così come nave Sfinge che ne recupera 130.

Nella giornata vengono recuperate 483 persone che saranno sbarcate ad Augusta.

20 marzo

Nave Grecale della Marina Militare soccorre un gommone con circa 120 migranti trasferendoli su un imbarcazione della Guardia Costiera.

27 marzo

Recuperati 730 migranti dalle imbarcazioni della Marina Militare e della Guardia Costiera nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro.

29 marzo

Nave Borsini della Marina Militare recupera 119 migranti, trasbordandoli poi su nave Aliseo che in un’altra operazione recupera 124 migranti. Nel frattempo nave Grecale recupera 447 migranti trasbordati anch’essi sull’Aliseo.

30 marzo

Nave Diciotti della Guardia Costiera con a bordo 774 migranti attracca nel porto di Reggio Calabria.

Nave Chiemera della Marina Militare soccorre tre natanti in difficoltà e concluse le operazioni di soccorso inizia il trasferimento verso Palermo.

31 marzo

Nave Chimera sbarca a Palermo 364 migranti.

APRILE 2016

7 aprile

Nave Dattilo della Guardia Costiera sbarca nel porto di Crotone 314 migranti, soccorsi in alto mare e provenienti dall’Egitto. Tra questi 86 sono minori non accompagnati.

11 aprile

Nave Cigala Fulgosi della Marina Militare recupera in due differenti operazioni 244 persone.

14 aprile

Giunge al porto di Reggio Calabria la nave della Marina Militare “Cigala Fulgosi” con a bordo 558 migranti.

16 aprile

IN ITALIA ENTRA IN VIGORE LA LEGGE CHE ISTITUISCE LA GIORNATA NAZIONALE IN MEMORIA DELLE VITTIME DELL’IMMIGRAZIONE.

La Repubblica riconosce il giorno 3 ottobre Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, per ricordare chi “ha perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria”. Recita così l’art.1 della legge 21 marzo 2016, n. 45 che istituisce la ricorrenza.

Nave Borsini della Marina Militare in un operazione di soccorso trae in salvo 118 migranti di cui 20 minori.

17 aprile

Nave Orione della Marina Militare sbarca 464 migranti soccorsi il giorno precedente presso il porto di Augusta.

24 aprile

La Dignity I, prima delle navi di Medici Senza Frontiere a partire per azioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, riceve 308 persone da una nave di soccorso italiana che poi sbarcherà in Sicilia il giorno successivo.

26 aprile

Nave Spica della Marina Militare sbarca 243 migranti soccorsi il giorno precedente presso il porto di Reggio Calabria.

27 aprile

Sbarca a Lampedusa nave Aviere della Marina Militare con 237 migranti a bordo recuperati in due differenti operazioni di soccorso.

29 aprile

Nave Aviere della Marina Militare, in operazione Mare Sicuro soccorre un natante recuperando 121 migranti che poi trasborderà su Nave Frankfurt dell’operazione EuNavFor Med.

La stessa nave Aviere soccorre un gommone con a bordo 100 migranti

30 aprile

Nave Aviere della Marina Militare recupera 119 migranti di cui 41 minori.

(dati aggiornati al 30 aprile 2016)